27.11.08

Alitalia, Cai, Air France-Klm e Lufthansa (Italia)

MA A VOI, tutta questa cosa della nuova Alitalia che adesso Cai dice non farà partire il primo dicembre ma in altra data da definirisi, e intanto Lufthansa che annuncia che farà partire la sua versione italiana da Malpensa con sei A319 (licenza ed equipaggi italiani, chissà come sono contenti quelli di Air Alps e di Air One), e Air France-Klm che né Silvio Berlusconi né Roberto Formigoni né Letizia Moratti vogliono tra i piedi (ma chissà come mai quando poi arrivano i tecnici o gli imprenditori che ci mettono i soldi o gli analisti tutti dicono che il matrimonio s'avrebbe da fare con i francesi e non con i tedeschi).

Insomma, tutto questo grande pentolone pieno di cose dette un po' sul serio e un po' con spirito di assoluta liberalità e menefreghismo, non vi puzza un po'?

Cioè, non vi danno l'idea che la decisione politica sia stata presa, alla faccia degli altri interessi (nazionali, economici e via dicendo) e che adesso si stia cercando di piegare la realtà in modo che corrisponda al disegno sulla carta?

Così, tanto per sapere.

3 commenti:

Frank ha detto...

A parte il fatto che me ne frega meno di niente, Alitalia doveva chiudere anni fa, quale sarebbe il disegno sulla carta?

Antonio ha detto...

Il disegno è che per l'Italia tutta va bene Lufthansa perché garantisce Malpensa. Il resto (il fatto che il vero hub italiano sia Roma, che l'interesse del nostro Paese sia proiettarsi verso Sud e non verso la Lettonia) sono dettagli...

Frank ha detto...

Io sono per il rilancio di Malpensa, come era stato detto e fatto in un primo momento. Di "andare" verso Sud… tirerei una frenata.;-)