5.2.23

Il giornalismo secondo Trudeau

Garry B. Trudeau ha vinto un premio Pulitzer per una categoria inventata su misura per lui. E non è l'unica cosa incredibile che mostra il successo dell'autore americano di uno dei comics più importanti per il costume e la società di quel Paese (per tacer della politica). 

Alcuni anni fa, consapevole della mia passione per Doonesbury (che vedete peraltro scorrere domenica dopo domenica in questo posto), Matteo Stefanelli mi coinvolse nelle prefazioni in un'impresa interessante: la pubblicazione integrale di Doonesbury in italiano. Partecipai con un breve saggio che cercava di spiegare in cosa consiste il giornalismo di Doonesbury. 


Il mini-saggio è disponibile qui sul mio sito. Purtroppo non siamo mai andati oltre il primo volume, opera meritoria ma molto incompleta. 

She called, by the way

COME OGNI DOMENICA torna Doonesbury. E questa volta Garry B. Trudeau, oltre a far fare un altro passettino in avanti ai suoi personaggi non importa quanto secondari e riprendere le fila di qualche storia temporaneamente abbandonata, affronta un tema sociale interessante. Qual è la differenza tra essere un aggettivo e un sostantivo, cioè tra creativo e creatore? 

È un bel modo di porre il ragionamento e, implicitamente, trasportare il sostantivo, il creator, che fa parte del mondo di internet, nel mondo degli aggettivi, la creative person, che fa parte di quello dell'arte "vera" e delle professioni appunto creative. In italiano si usa un brutto termine, "sdoganamento", ma avete capito cosa voglio dire. 

 

29.1.23

Oh, please...

COME OGNI DOMENICA torna Doonesbury di Garry B. Trudeau e questa volta a me sembra che sia veramente stufo della politica trasformata e stravolta da Donald Trump. Ci sarebbe anche da chiedersi se Trump sia la causa o la conseguenza del mondo come è diventato oggi. Chissà.



22.1.23

Hey, Mike! Nice dad outfit!

GARRY B. TRUDEAU ha un organo di senso molto sviluppato che è quasi inesistente nella maggior parte delle persone. Gli consente, domenica dopo domenica, di disegnare Doonesbury trovando nei segni della realtà materia per costruire storie che apparentemente non solo accompagnano ma molto spesso anticipano i tempi. Come nel caso dello smart casual business con cravatta che, all'improvviso, fa capolino. 

E se fosse l'inizio del ritorno a un tipo di abbigliamento maschile più formale, almeno sul posto di lavoro?




15.1.23

So what do you think?

E LA DOMENICA in cui Doonesbury incontra l'intelligenza artificiale è finalmente arrivata. Garry B. Trudeau fa entrare nella sua striscia di politica e costume anche ChatGPT, il super-bot discorsivo di OpenAI. Lo conoscete, non si parla d'altro. Anche qui. Almost.


 

8.1.23

On in five, my pretty!

TORNA ANCHE QUESTA domenica il buon Doonesbury di Garry B. Trudeau, che mette in scena come al solito un sofisticato dramma a più livelli. Quello della coscienza (inesistente) del suo protagonista, quello di Trump e della sua caccia alle streghe, quello del sistema dell'informazione americana. Impagabile. 



1.1.23

Somewhere in Ukraine.

COME TUTTE LE domeniche, anche quella del primo dell'anno, torna Garry B. Trudeau con il suo Doonesbury. Questa volta alle prese (forse) con l'inizio di una trasformazione importante di uno dei suoi personaggi più singolari, cioè il meta-scrittore Jeff Redfern. Intrigante.



Benvenuti nel 2023!

AUGURI DI BUON anno atarassico a tutti da questo posto; e benvenuti nel 2023!



25.12.22

A white Christmas!

ANCHE LA DOMENICA di Natale c'è Doonesbury, ovviamente. E questa volta il suo autore, Garry B.Trudeau, ci fa vedere come si possa velocemente politicizzare qualsiasi cosa, radicalizzando ogni differenza.



18.12.22

So true, so true.

ANCHE QUESTA DOMENICA torna Doonesbury di Garry B. Trudeau che ci propone una fulminante analisi su quanto sia naturale la diversità nelle persone, soprattutto nei giovani, e quanto le soluzioni possano essere trovate in maniera semplice, senza creare dei drammi. Come il redshirting.



11.12.22

Not another one...

DOONESBURY ANCHE QUESTA domenica torna grazie al suo autore, Garry B. Trudeau. Che ci racconta una storia piuttosto particolare, cioè lo spam di Donald Trump. Cosa che fa pensare come la lotta contro un nemico possa definire un'intera epoca e Trump sia decisamente riuscito a definire questa. Peccato, sarebbe stato bello poter definire il nostro tempo in un altro modo. Volete un gadget di Trump?



4.12.22

Aliens can't sue?

IL MONDO DI Doonesbury disegnato ogni domenica da Garry B. Trudeau pian piano mostra quali sono i punti di intersezione tra le fantasie e la realtà. E non sempre sono punti piacevoli. Questa volta si sorride più di altre, ma solo in superficie.



27.11.22

Trewth!

ANCHE QUESTA DOMENICA torna (fortunatamente senza problemi) Doonesbury di Garry B. Trudeau, che questa volta ci porta in camera da letto di Donald Trump per mostrare le contraddizioni e il vero e proprio corto circuito istituzionale che accade quando si ha un ex Presidente anti-sistema.



20.11.22

Isn't that a line from "Seinfeld"?

QUESTA DOMENICA ARRIVO un po' tardi con il nostro buon Doonesbury di Garry B. Trudeau perché ci sono stati problemi online, che peraltro non capisco. Forse dei blocchi, forse altro. Comunque, per questa settimana siamo a posto lo stesso e facciamo un viaggio nel passato di Zonker, che è sempre un'ottima cosa. 






13.11.22

(Are we still winning?)

QUESTA DOMENICA DOONESBURY di Garry B. Trudeau sfiora un tema che mi ha fatto pensare alla storia, al passato e al presente. La Russia zarista, ma anche le armate tedesche, francesi, italiane. Man mano che nascono gli stati-nazione e gli eserciti non sono più una cosa professionale ma diventano un'arme di popoli, diventa fondamentale la propaganda, la disinformazione, il far credere le cose al proprio popolo. I nostri valori sono migliori dei vostri. Stiamo vincendo. siamo fortissimi. 

Questo mi fa pensare che nell'era delle censure digitali e delle fake news è tornano ad essere straordinariamente facile, ammesso che abbia mai smesso di esserlo, ingannare le persone. E che il ruolo di chi fa il mio mestiere di giornalista dovrebbe essere ancora più importante. Ma poi le cose si fanno ancora più complicate e finisce che ci si pensa solo leggendo un fumetto.



6.11.22

Weird...

QUESTA DOMENICA GARRY B. Trudeau porta come ospite di Mark, uno dei personaggi di Doonesbury che lavora come conduttore in un programma radiofonico di NPR, l'insidioso "They", il pronome che uccide. Divertente e sottile, insidiosa direi.